Questo articolo è stato letto 108 volte.

IL FUTURO DELL’IMMOBILIARE ITALIANO: CRESCITA E SFIDE

IMMOBILIARE
Tra Crescita e Sfide

Negli ultimi 18 mesi, il mercato immobiliare italiano ha attraversato un periodo di ridimensionamento. Tuttavia, le prospettive per i prossimi anni indicano una possibile ripresa. Secondo il 2° Osservatorio sul Mercato Immobiliare 2024 di Nomisma, un ente di ricerca di grande rilevanza nel settore, il mercato sta mostrando segnali di ripresa, ma non senza sfide.

Il Contesto Attuale

Negli ultimi tempi, il mercato immobiliare ha registrato una flessione della domanda di acquisto, con una conseguente riduzione del numero di compravendite di quasi l’8%. Questo calo non è dovuto a un cambiamento nelle intenzioni di acquisto delle famiglie, ma piuttosto a una significativa riduzione del loro potere d’acquisto. Le politiche restrittive adottate dalle banche, con una contrazione dei fondi destinati ai mutui, hanno ulteriormente complicato la situazione.

L’aumento del costo del denaro ha ridotto la percentuale di compravendite finanziate da mutui dal 51,9% nel primo trimestre 2022 al 38,6% nel primo trimestre 2024. Di conseguenza, si stima che circa 300.000 famiglie, pur intenzionate ad acquistare casa, non siano riuscite a ottenere un mutuo.

Acquisti e Locazioni: Due Facce della Medaglia

Nonostante il calo delle compravendite dovuto alla dipendenza dal credito bancario (-26%), gli acquisti senza mutuo hanno continuato a crescere (+4,8%). Questo indica che l’interesse per l’acquisto di immobili residenziali rimane vivo tra le famiglie con sufficienti risorse economiche.

Parallelamente, il mercato delle locazioni continua a essere caratterizzato da una forte domanda. I canoni di affitto sono aumentati del 2,5% nell’ultimo semestre, con città come Torino e Firenze che hanno registrato incrementi superiori al 3%. Le città con i canoni medi più elevati sono Milano, Roma, Firenze, Bologna e Padova, mentre Catania, Palermo, Torino e Bari presentano i canoni più bassi.

VUOI VENDERE CASA?

I nostri agenti sono al tuo fianco durante tutto il processo di vendita.
Tendenze dei Prezzi

I prezzi delle abitazioni, sia nuove che usate, sono in costante aumento. Milano si distingue per la crescita dei prezzi, sia per le abitazioni nuove (+2,4%) che per quelle usate (+2%). Altre città come Torino e Genova mostrano variazioni più moderate, ma comunque positive.

Tempistiche di Conclusione delle Operazioni

In media, sono necessari poco meno di 5 mesi per concludere una compravendita, con Milano che registra il tempo più breve di 4,2 mesi. Per le locazioni, invece, i tempi sono molto più rapidi, con una media di 1,9 mesi e Bologna che richiede poco più di un mese.

Prospettive Future

Nonostante il ridimensionamento recente, Nomisma prevede che il mercato immobiliare italiano riprenderà una traiettoria ascendente. Tuttavia, questa ripresa inizialmente sarà lenta, poiché le banche manterranno un atteggiamento prudente nella concessione del credito.

Luca Dondi, Amministratore Delegato di Nomisma, sottolinea che la riduzione delle erogazioni di mutui non è solo una conseguenza di una domanda in calo, ma anche di una strategia delle banche orientata verso investimenti percepiti come meno rischiosi.

Conclusione

Il mercato immobiliare italiano si trova di fronte a una fase di cambiamento, con sfide significative ma anche opportunità. Le analisi di Nomisma, un osservatorio fondamentale nel settore, offrono una visione chiara e dettagliata delle dinamiche in atto, aiutando gli operatori e le famiglie a orientarsi in questo scenario complesso.

Fonte: Nonisma

Articoli Correlati:

IL MERCATO IMMOBILIARE DI LUSSO IN ITALIA: UNA CRESCITA INARRESTABILE

VENDERE CASA: PREZZI IN AUMENTO NELLE GRANDI CITTÀ

VENDERE CASA: PREZZI IN AUMENTO NELLE GRANDI CITTÀ

VUOI VENDERE CASA?

I nostri agenti sono al tuo fianco durante tutto il processo di vendita.

Compare listings

Confrontare