Questo articolo è stato letto 398 volte.

MUTUI: TASSI D’INTERESSE IN CALO AL 4,42%

MUTUI

Primi cali per ciò che riguarda i mutui a seguito della “Manovra 2024”, con i tassi d’interesse che passano al 4,42% rispetto a quello del mese precedente al 4,5%.
Il dato è tutto dovuto al calo repentino dell’Eurirs, il parametro legato alle previsioni di costo del denaro a lungo termine e che serve da base per i mutui a tasso fisso. Tra ottobre e novembre 2023, il parametro è sceso di quasi un punto e di conseguenza anche i mutui ne hanno beneficiato. I mutui variabili invece, sono rimasti pressoché invariati.
Iniziano a verificarsi quindi i primi segnali di riduzione per i finanziamenti per i mutui finalizzati all’acquisto della prima casa.
L’Abi (l’Associazione bancaria italiana) ha comunicato nel suo bollettino una flessione di pochi punti percentuali per ciò che concerne la casa e invece, una lieve crescita per i finanziamenti alle imprese, passando dal 5,59% di novembre al 5,69%.
“Già da fine novembre il mercato dei prestiti interbancari aveva visto una riduzione dei tassi.
I mercati infatti, stanno anticipando in qualche modo le mosse della BCE che dovrebbe iniziare a ridurre il costo del denaro da quest’anno.”

VUOI VENDERE CASA?

I nostri agenti sono al tuo fianco durante tutto il processo di vendita.

“La discesa dei tassi sta favorendo i giovani e i nuclei di basso reddito che possono più facilmente richiedere i mutui agevolati garantiti dal fondo Consap.
Il fondo, rifinanziato dall’ultima
Legge di Bilancio, offre una garanzia pari all’80% del debito residuo sui finanziamenti ad alto tasso di copertura (mutuo pari o superiore all’80% del valore della casa ipotecata). Le condizioni offerte dalle banche quindi, stanno migliorando e si pongono molto al di sotto della soglia limite prevista dalle norme”.

Ci aspettiamo quindi che a breve saranno presenti ulteriori cambiamenti in fatto di mutui, favorendo chi decide di comprare casa.
La nuova manovra 2024/2025, infatti, prevede che:
Per le domande di finanziamento con limite di finanziabilità, inteso come rapporto tra l’importo del finanziamento ed il prezzo d’acquisto dell’immobile, comprensivo degli oneri accessori, superiore all’80%, presentate a decorrere dal trentesimo giorno dalla data di entrata in vigore della legge e fino al 31 dicembre 2024, la garanzia del Fondo per la prima casa è rilasciata, rispettivamente, nella misura massima dell’
80% della quota capitale, tempo per tempo in essere sui finanziamenti concessi, nel caso di nuclei familiari che includono tre figli di età inferiore a 21 anni e che hanno un valore dell’Isee non superiore a 40mila euro annui; dell’85% della quota capitale nel caso di nuclei familiari che includono quattro figli di età inferiore a 21 anni e che hanno un valore dell’Isee non superiore a 45mila euro annui e del 90% della quota capitale nel caso di nuclei familiari che includono cinque o più figli di età inferiore a 21 anni e che hanno un valore dell’Isee non superiore a 50mila euro annui.

Fonte: Corriere della Sera / Sole 24 ore

VUOI VENDERE CASA?

I nostri agenti sono al tuo fianco durante tutto il processo di vendita.

Compare listings

Confrontare