Mutui: Salgono i tassi e gli importi richiesti!

Aumento Mutui e Tassi
I tassi aumentano e si registrano i primi effetti sul mercato dei Mutui:

La situazione attuale sta mettendo a dura prova coloro che cercano di acquistare una casa. L’incremento del costo del denaro, causato da una ripetuta serie di aumenti dei tassi d’interesse operati dalla Banca Centrale Europea, ha comportato un notevole aumento delle rate richieste dalle banche per il rimborso dei prestiti, il tutto in un brevissimo arco di tempo.

In questo periodo, diventa ancor più oneroso, dunque, il carico economico per coloro che hanno scelto di acquistare una nuova abitazione. E questo senza nemmeno considerare chi aveva deciso, al momento della stipulazione del mutuo, di optare per un tasso d’interesse variabile.

Un’occhiata da vicino ai nuovi dati.

Il valore medio dei mutui richiesti dagli italiani continua a crescere, raggiungendo il record di €145.343, con una lieve crescita del 0,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

VUOI VENDERE CASA?

I nostri agenti sono al tuo fianco durante tutto il processo di vendita.

Secondo il Barometro CRIF, nel primo trimestre del 2023 le richieste di mutui immobiliari da parte delle famiglie italiane hanno subito una significativa riduzione del 23,8% rispetto all’anno precedente, confermando anche una diminuzione delle surroghe.

Nel mese di marzo, in particolare, la caduta della domanda è stata del 22,7%. Nel 2022, le surroghe hanno subito una riduzione del 57,2%, mentre i nuovi mutui erogati si sono contratti del 4,3%; dati che emergono dall’EURISC.

Simone Capecchi, Executive Director di CRIF, afferma che l’aumento del costo della vita sta mettendo a dura prova le finanze delle famiglie italiane.

L’ultimo Osservatorio Nomisma rivela che il 13% delle famiglie italiane ritiene il proprio reddito insufficiente per coprire le spese primarie, incluso il pagamento della casa.

A ciò si aggiunge il 43% delle famiglie intervistate che giudica la propria situazione finanziaria incerta per i prossimi mesi, in un contesto economico incerto che potrebbe portare a un aumento dei tassi di default bancari nel 2023.

Per quanto riguarda l’importo richiesto, la classe di 100.000 a 150.000 euro è ancora la più popolare tra le famiglie italiane, costituendo il 29,6% delle richieste totali nel primo trimestre del 2023. In seconda posizione rimane quella di 150.000-300.000 euro, con il 25,8%.

Infine, considerando la durata del mutuo, quella di 25-30 anni risulta essere la più richiesta dalle famiglie italiane, con il 36,9% delle richieste totali.

VUOI VENDERE CASA?

I nostri agenti sono al tuo fianco durante tutto il processo di vendita.

Compare listings

Confrontare